Bancomat, carta di credito o contanti? Come pagare quando sei all’estero

Pubblicato da il 26/06/2018 in generale, news, risparmio -

Le valige sono pronte, manca solo un aspetto da definire: carta di credito, bancomat o contanti? Cosa portare con sé? Questo tipo di decisione non può dipendere solo dal tuo stile di viaggio, da quanto sei abile a nascondere piccole o grandi somme nei bagagli o dalle tue abitudini di acquisto. Vi sono, infatti, delle ragioni oggettive che possono farti prediligere una soluzione piuttosto che un’altra.

Portare con sé grandi quantità di denaro in contanti, nonostante sembri agevolare i pagamenti, implica alcuni rischi: in primis il furto, una carta può essere facilmente bloccata, mentre i contanti sono difficilmente rintracciabili. Inoltre, nel caso sia necessario cambiare la valuta spesso le commissioni delle case di cambio non sono molto vantaggiose e potrebbe capitare di vedersi addebitati costi aggiuntivi.

Da questo punto di vista le carte, si tratti di carta di credito o bancomat, presentano alcuni vantaggi:

  • Se paghi con carta in un paese non Euro ti verranno addebitate solo le commissioni per il cambio valuta e risparmierai la commissione per il prelievo dell’ATM (solitamente l’1-2% dell’importo prelevato).
  • Nel caso avessi bisogno di contanti, invece, ritirare il denaro necessario all’ATM è il modo migliore per cambiare valuta, ti verranno imposti, infatti, solo il tasso di cambio ufficiale e la commissione standard per il prelievo, senza ulteriori costi nascosti.

Entrando nel dettaglio, se viaggi in un paese Euro la scelta migliore risulta il bancomat poiché non presenta commissioni o spese per le transizioni battendo i costi rispetto alla carta di credito anche del 96%. Nel caso ci fosse bisogno di prelevare, inoltre, è possibile trovare una banca del proprio circuito e quindi non avere alcun tipo di commissioni imposte. Se così non fosse sappi che il prelievo da conti correnti online presenta costi dimezzati rispetto a quello da conti correnti convenzionali. All’interno della zona Euro potrai, inoltre, fare acquisti senza alcun tipo di commissioni, come in Italia.

Se viaggi in un paese extracomunitario, invece, è preferibile essere in possesso di una carta di credito, il bancomat, infatti, potrebbe non essere riconosciuto ovunque. Nel caso però il vostro bancomat venisse riconosciuto dagli ATM del paese in cui siete in viaggio preferitelo alla carta di credito, il prelievo da bancomat ha, infatti, un costo del 64% inferiore rispetto a quello da carta di credito. Una regola di base nel caso di prelievi all’estero, inoltre, è cercare di effettuarne il meno possibile preferendo ritirare quantità di somme maggiori.

Terreno principe delle carte di credito rimane quello relativo alle prenotazioni online e ai noleggi. Nel primo caso un’alternativa può essere ricorrere all’utilizzo di una carta prepagata o, nel caso di un albergo, è possibile effettuare la prenotazione tramite carta di credito e richiedere poi alla struttura di saldare il conto tramite bancomat o contanti. Se hai bisogno di noleggiare un’auto, invece, la carta di credito varrà da garanzia, ma potrai evitare commissioni extra chiedendo di pagare con bancomat o contanti.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS