Btp e Btp Italia a confronto

È meglio il Btp o il Btp Italia per destinare il proprio risparmio? Potrebbe essere una domanda che si pongono gli italiani.

Premesso che il proprio portafoglio dovrebbe essere differenziato e la scelta dello strumento dipende dalle proprie esigenze, vediamo alcune caratteristiche di questi due Titoli di Stato.

  • Btp Italia: la sua ultima emissione ha avuto molte richieste tanto da chiudere anticipatamente. Il suo successo può essere dovuto al fatto che ogni sei mesi prevede una cedola che rimborsa anche l’inflazione
  • Btp: se si considera il Titolo con scadenza 2017, ha un rendimento superiore rispetto al precedente ma non prevede l’adeguamento all’aumento generalizzato dei prezzi.

Gli operatori del settore, oltre a considerare un portafoglio che non comprenda solo questa tipologia di titolo e che abbia un livello di rischio il più possibile controllato, sceglierebbero i Btp Italia rispetto a quelli classici anche se prevedono un tasso di interesse inferiore.