Come risparmiare sui regali di Natale

Pubblicato da il 21/11/2014 in risparmio -

Dicembre si avvicina, molto negozi iniziano ad esporre gli addobbi luminosi, ma la situazione economica poco “brillante” del nostro paese spingerà gli italiani a risparmiare sui regali: Adusbef e Federconsumatori stimano una minore spesa intorno ai 78 miliardi di euro.

Risparmio non è necessariamente sinonimo di rinuncia: l’alternativa è trovare i luoghi dove poter spendere meno.

Secondo il sito di ecommerce francese vente-privee, che ha condotto un’immagine su oltre seimila persone in tutta Europa, nonostante la situazione economica, il 68% degli intervistati ha affermato che per queste feste farà acquisti tanto in negozio quanto su internet e il 72% sfrutterà le ‘vendite evento’ online, per accaparrarsi prodotti a prezzi scontati. La società nutre buone prospettive anche per il mercato italiano.

D’altra parte, gli italiani sembrano apprezzare lo shopping digitale: secondo l’Osservatorio ecommerce B2C della School of Management del Politecnico di Milano e dal Consorzio Netcomm, nel 2014 le vendite dei siti web italiani sono cresciute del 17% rispetto al 2013 (per un giro d’affari di 13,3 miliardi di euro), mentre gli acquisti dei clienti italiani sono cresciuto del 16%.

Perché con l’e-commerce si può risparmiare anche a Natale?

  • Si può impiegare meno tempo, evitando di girare fra tanti negozi;
  • Si possono visionare tantissimi prodotti “a portata di click”;
  • Si può usufruire di sconti particolarmente elevati o iniziative speciali; solo per fare qualche esempio, Ebay ha una sezione chiamata “Ed è subito Natale”, Amazon ha “Il Negozio di Natale” ed ePrice ha presentato la sua “Vetrina di Natale”.

Inoltre, attraverso il web il risparmiatore può proteggere il proprio conto corrente dalle esagerazioni dello shopping natalizio anche in altri modi:

  • facendo acquisti sui siti che trattano prodotti usati (ad esempio Ebay, Subito.it, Secondamano.it); un’indagine Doxa commissionata da Subito.it ha evidenziato che il 44% degli italiani ha acquistato o venduto oggetti usati e il 47% del volume d’affari di questo settore è legato canali web;
  • utilizzando i tanti siti di couponing, che coprono svariate tipologie di beni.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS