Dichiarazione dei redditi 2019: quali spese sono detraibili?

Pubblicato da il 01/04/2019 in news, risparmio -

Tempo di primavera, tempo di pensare alla dichiarazione dei redditi. Dal 15 aprile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, sarà disponibile online la dichiarazione precompilata. Dal 2 maggio invece sarà possibile accettare, modificare e inviare il modello 730. Per chi consegna il modello ordinario al sostituto d’imposta, la data da ricordare è l’8 luglio, mentre il 23 luglio, è la scadenza per chi lo trasmette direttamente da solo o tramite CAF o intermediari. Ma quali spese sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi? Quali spese cioè, possono essere sottratte direttamente dalle imposte da pagare, traducendosi così in un bel risparmio per le famiglie?

Spese sanitarie: farmaci e visite mediche

Per questa voce, si può detrarre il 19% delle spese sostenute. Bisogna considerare tuttavia una franchigia di 129,11 euro, mentre non è previsto un limite massimo di detraibilità. Se invece si supera il tetto di 15.493,71 euro durante l’anno, la detrazione viene suddivisa in quattro quote dello stesso importo, per i quattro anni a seguire. Rientrano nelle detrazioni le visite mediche specialistiche, comprese quelle omeopatiche e dello psicologo. Ma anche le cure termali e l’acquisto di dispositivi medici o attrezzature sanitarie. Sono detraibili anche i farmaci da banco, e quelli di automedicazione. L’importante è presentare il cosiddetto “scontrino parlante”, che indichi il codice fiscale dell’acquirente, la natura e la quantità dei prodotti acquistati.

Spese veterinarie

Detraibili anche le spese per le cure degli animali domestici. È prevista sempre una detrazione del 19% e un tetto di 387,34 euro. La franchigia resta invariata: 129,11 euro. È necessario dimostrare la proprietà dell’animale, tramite il certificato rilasciato dalla Asl, o quello di adozione.

Spese per asilo nido e istruzione

Ai genitori dei bambini che frequentano l’asilo nido (dai tre mesi ai tre anni di età) spetta una detrazione dall’imposta lorda del 19%, su un massimo di 632 euro per ogni figlio. È possibile detrarre il 19% anche dalle spese sostenute per la frequenza di scuole statali e paritarie private: scuole materne, elementari, medie e superiori. Il tetto di spesa massima è di 786 euro per ciascun figlio. Si possono recuperare anche le spese per la mensa scolastica e le gite. Si tratta quindi di un maggiore risparmio fiscale per i genitori.

Spese universitarie

Anche in questo caso, è prevista la detrazione fiscale del 19%, con un limite di 2.633 euro. Sono compresi i corsi universitari, di specializzazione e perfezionamento, i master universitari e i corsi per il dottorato di ricerca, sia per gli atenei pubblici, sia per i privati. Possono beneficiare della detrazione per le spese relative all’affitto, ottenendo così un consistente risparmio, anche gli studenti fuori sede: l’università deve avere sede in un comune diverso da quello di residenza, e deve essere distante da quest’ultimo almeno 100 chilometri, e comunque trovarsi in una provincia differente.

Spese per lo sport dei figli

Sono previste agevolazioni per le famiglie in cui i ragazzi tra i 5 e i 18 anni svolgono un’attività sportiva dilettantistica. La detrazione, sempre del 19%, riguarda l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine e impianti sportivi. Il tetto previsto arriva a 210 euro per ciascun figlio.

Spese per l’abitazione

Le spese relative all’abitazione riguardano diverse voci, ma generano sicuramente risparmio per i proprietari d’immobili. Sono detraibili in caso di mutuo, gli interessi pagati annualmente, solo se si tratta però della prima casa. Detraibili anche le spese per la ristrutturazione di un immobile: sono di importo variabile, perché legate a specifici bonus fiscali:

  • Lavori di ristrutturazione: sconto del 50% sulla spesa sostenuta;
  • Spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici detraibili al 50%;
  • Spese per lavori di risparmio energetico, detraibili dal 65% al 75%.
rendimax assicurazioni banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS