Federconsumatori: come risparmiare sul matrimonio

Pubblicato da il 24/04/2013 in risparmio -

Al giorno d’oggi sposarsi ha un costo piuttosto elevato. In media un matrimonio con 100 invitati può costare dal 35 a 60 mila euro, rispettivamente il 2% e l’1% in più rispetto allo scorso anno. A testimoniarlo una ricerca dell’Osservatorio nazionale Federconsumatori che ha monitorato il giorno più importante per una coppia durante i primi mesi del 2013. Ad incidere maggiormente è il pranzo o cena ed il viaggio di nozze.

Molti italiani decidono di organizzare il proprio matrimonio con un occhio al risparmio. Anche in questo caso però la spesa non è contenuta, attestandosi in media intorno ai 12 mila euro. Marito e moglie sono portati quindi a rinunciare ad esempio ad auto, foto, riprese video, location, pranzo e addobbi.

Esistono alcune voci su cui la coppia è bene presti particolare attenzione durante i preparativi del matrimonio.

  • Partecipazioni: per comunicare in modo semplice ed economico la data del matrimonio è possibile creare dei biglietti d’invito fatti in casa oppure mediante sms o attraverso i social network.
  • Periodo: anche la data ed il momento della giornata prescelti hanno importanza. Primavera ed estate sono i periodi più gettonati ma anche i più costosi, è consigliato scegliere la bassa stagione, magari in autunno escludendo ponti e festività. Tenere il proprio matrimonio la sera permette inoltre un certo risparmio. Durante il ricevimento potrebbe essere servita una cena più leggera rispetto al classico pranzo nuziale.
  • Bomboniere: come per i biglietti d’invito anche le bomboniere possono essere create dalla coppia. Un “fai da te” divertente a seconda del tema prescelto e della propria creatività.
  • Foto e video: per immortalare le proprie nozze si può chiedere ad amici e parenti di utilizzare le macchine fotografiche o lo smartphone. Se non si vuole rinunciare ad un professionista è possibile chiedere un servizio ridotto per immagini e riprese dell’evento.

Ci sono poi alcune novità emergenti in termini di matrimoni low cost:

  • Matrimonio 2×1: condividere il proprio matrimonio con un’altra coppia può essere una soluzione, in questo modo entrambe possono beneficiare fino al 42% di risparmio condividendo le spese di addobbi e magari alcune partecipazioni.
  • Coupon: alcuni siti offrono coupon di sconto per alcuni beni e servizi per matrimoni. Pacchetti benessere, ricevimento e noleggio auto, dall’abito da sposa alla torta.  Le offerte sconto spaziano su una vastissima gamma di prodotti. L’unica accortezza è rispettare le scadenze e consultare su forum e social network commenti e informazioni su questi servizi.
  • Matrimonio a impatto zero: questa tipologia di nozze si è affermata nel 2012. Cresce infatti la sensibilità delle persone verso le tematiche ambientali che vengono trasferite su cerimonie e festeggiamenti: dal pranzo al viaggio di nozze.

Le soluzioni emerse dalla ricerca Federconsumatori possono offrire qualche spunto ai futuri sposi che vogliono affrontare questo passo importante, in modo responsabile e con un occhio al portafoglio.

rendimax assicurazioni banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS