L’evoluzione del risparmio nell’era di Internet

L’avvento di Internet ha certamente apportato notevoli vantaggi al nostro vivere quotidiano, soprattutto in termini di risparmio di tempo e di denaro. Eseguire operazioni bancarie online, ad esempio, non consente solo di evitare file agli sportelli, ma permette anche di ridurre sensibilmente i costi dei conti correnti e delle negoziazioni di strumenti finanziari.

Sono ormai molte le banche che offrono agevolazioni per chi sceglie di gestire il proprio capitale prevalentemente via web, ma la soluzione più conveniente per abbattere le spese resta, in molti casi,  quella di aprire un conto presso una banca online.

Le garanzie offerte da questi istituti di credito sono molte e decisamente solide, in quanto:

  1. la maggior parte aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD), il quale garantisce a ciascun depositante una copertura sino a 100.000 euro, indipendentemente dal numero di conti aperti in uno stesso istituto;
  2. l’informatica è ormai parte integrante di ogni banca ed i sistemi di sicurezza garantiti permettono a chiunque di operare in rete con serenità;
  3. i sistemi di protezione e di tutela dei dati personali sono gli stessi utilizzati nelle banche tradizionali.

Oltre agli indubbi vantaggi in termini di costo, le banche online offrono anche maggiore efficienza, minori pressioni commerciali per la sottoscrizione di prodotti di investimento e un’accessibilità ai servizi 24 ore al giorno, da qualunque parte del mondo.

Inoltre, azzerare i costi del proprio conto corrente, in particolare quelli per i bonifici, rende più conveniente il trasferimento di una quota parte del proprio risparmio dal conto corrente in questione ad altri strumenti finanziari, come ad esempio un conto deposito, più remunerativo in termini di rendimento.

D’altra parte, come già ricordato in un precedente post, in un futuro non troppo lontano questi due prodotti potrebbero fondersi, ad ulteriore vantaggio dei risparmiatori in termini di semplicità e convenienza.