Pensione bassa? Ecco come aggiungere reddito extra.

Pubblicato da il 21/05/2017 in risparmio -

Essere previdenti circa la propria pensione è molto importante e, a volte, può capitare che essa da sola non sia sufficiente a coprire tutte le spese da affrontare a seguito dell’interruzione del lavoro. Per tale motivo, è decisivo provare a incrementare il proprio reddito pensionistico. Ecco cinque trucchi per raggiungere una soglia maggiore di reddito con il pensione.

Una delle maggiori soluzioni, adottate dalla maggior parte dei risparmiatori e degli italiani, è quella di attivare delle forme di investimento integrative, come ad esempio i PAC – Piani di Accumulo. In poche parole, si investe in un prodotto finanziario per un determinato periodo di tempo e, in questo modo, ci si assicura del “reddito extra” nel futuro e quando non si potrà più contare su di uno stipendio mensile.

5 consigli per orientarsi al meglio:

  1. Sottoscrivere un Piano di investimento ad accumulo (PAC): è possibile stabilire la durata del piano, il numero e anche l’importo delle rate. Esistono, ad ogni modo, alcuni limiti temporali: ad esempio l’accumulo non può essere superiore ai 40 anni
  2. Per quanto riguarda l’importo, invece, è possibile stabilire ance cifre molto basse, ad esempio 25 o 50 euro al mese, oppure decidere di pagare somme più consistenti ma ogni tre mesi o sei mesi
  3. Esistono diverse tipologie di piani di accumulo ma, spesso, viene chiesto il pagamento di commissioni o il pagamento di spese in uscita dal piano
  4. I contributi versati sono deducibili dal reddito per un ammontare complessivo di circa 5.000 euro
  5. Affidatevi ad un consiglio esperto: una Banca o un promotore finanziario e chiedete quanto sarà il costo totale del servizio, senza dimenticare di chiedere riguardo alle commissioni di cui si parlava poco fa e di farvi elencare le differenze tra un piano azionario, bilanciato o obbligazionario

Un investimento alternativo al PAC è il conto deposito il quale, nella maggior parte delle offerte in vigore, garantisce:

  • gratuità dei costi di apertura e di gestione;
  • totale autonomia grazie all’operatività online;
  • sicurezza grazie all’adesione al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD, verificando sempre che la banca vi aderisca);
  • rendimento in media più elevato.

Queste caratteristiche rendono quindi il conto deposito più competitivo e remunerativo rispetto al PAC. Resta comunque importante valutare le diverse necessità di investimento di ogni persona.

rendimax assicurazioni banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS