Risparmio: il conto deposito titoli

Pubblicato da il 18/06/2012 in risparmio -

Gli investitori che scelgono di dedicare una parte del proprio risparmio alla compravendita di Titoli e Azioni, sia in Internet (cosiddetto trading online) che mediante canali più tradizionali, spesso gestiscono il denaro derivante da tali transazioni attraverso un conto corrente dedicato: il conto deposito titoli.

Si tratta di uno strumento finanziario pensato appositamente per questo tipo di operazioni le cui spese, oltre ai costi ordinari di gestione (quali, ad esempio, le commissioni e l’imposta di bollo, prevista in misura proporzionale – 1 per mille nel 2012 e 1,5 per mille nel 2013 – al valore di mercato se presente o, in alternativa, al valore nominale/di rimborso), dipendono dal numero di negoziazioni, acquisti e vendite dei titoli su Borse e mercati e dalla tipologia di prodotti su cui si sceglie di investire (gestire titoli esteri comporta spese maggiori rispetto ai titoli nazionali).

Poiché non è possibile pagare le imposte tramite il deposito titoli, è necessario collegare lo stesso ad un conto corrente ordinario.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS