Ritorno sui banchi: risparmiare sui costi scolastici

Pubblicato da il 26/09/2017 in risparmio -

La campanella è suonata di nuovo per migliaia di studenti in Italia e i genitori pensano già a quali saranno i costi per il prossimo anno scolastico. Vediamo insieme alcuni consigli per risparmiare sui libri scolastici e sull’istruzione dei figli.

Secondo un recente articolo pubblicato su La Stampa, “rispetto allo scorso anno gli italiani spenderanno in media il 13% in più per pagare libri e corredo scolastico dei figli con una spesa media di 654 euro”, e questo è motivo di preoccupazione per moltissime famiglie. Ad ogni modo, niente paura perché risparmiare sui costi scolastici è possibile, vediamo subito come.

Come risparmiare sui libri scolastici e combattere il “caro-scuola”

I libri scolastici cambiano, spesso, di anno in anno e – inoltre – moltissime famiglie non sono sempre propense a comprare l’usato, pertanto per moltissime famiglie i prezzi relativi al mondo dell’istruzione e ai libri diventa proibitivo. Inoltre, per chi si reca ad acquistare i libri direttamente in punto vendita, secondo la legge italiana, non è possibile applicare uno sconto superiore al 15% sull’acquisto. La salvezza comunque arriva dal web (e non solo) dove, ormai, si acquistano un terzo dei libri scolastici.

5 consigli per risparmiare sulle spese scolastiche:

  1. Controllare online, si trovano certo le soluzioni migliori, specialmente nei siti web dei maggiori player del mercato: Amazon, eBay e persino Feltrinelli;
  2. Seguire sempre la Grande Distribuzione, in particolare le promozioni aziendali che, spesso (come descritto in precedenza), non superano il 15% dello sconto ma possono comunque portare un buon risparmio se monitorate;
  3. Mercatini digitali online a cui rivolgersi e che propongo compravendite di libri scolastici nuovi o con buoni sconto. Una delle maggiori piattaforme in Italia è quella del Libraccio.it ma anche Green Books Club e LibroScambio che offre la possibilità di scambiare libri usati;
  4. Bancarelle fisiche: il vecchio metodo dell’usato ai mercatini nelle piazze o nella maggiori città d’Italia non mente mai e si piazza come uno dei metodi migliori per risparmiare in assoluto poiché si può arrivare anche al 70-80% di sconti;
  5. Scambi o passaparola direttamente a Scuola o negli Istituti. Molte scuole infatti propongono mercatini ad hoc da poter sfruttare ed è quindi sempre bene rimanere aggiornati in merito.

Se invece i vostri figli vanno all’Università oppure voi stessi siete studenti universitari, oltre allo scambio diretto tra studenti o i mercatini dell’usato, mai sottovalutare le edizioni digitali che sono portatili, consultabili su device come smartphone, laptop e ereader e richiedibili via prestito anche nelle Biblioteche.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS